Gli ultimi anni hanno visto un boom dei servizi di streaming musicale.

Annunciata alla WWDC 2015 ecco finalmente in Italia anche Apple Music, il servizio di streaming musicale basato sulla libreria di iTunes: un totale di oltre 30 milioni di brani, radio virtuali, condivisione e altro ancora... ma vediamo qualche dettaglio in piu.

Come installare Apple Music

La prima cosa da fare per accedere al fantastico mondo di Apple Music è scaricare l'ultima versione di iOS, la versione 8.4: inutile dire che se il vostro dispositivo Apple non supporta il nuovo sistema operativo potete smettere di leggere quest'articolo.

Circa 200 MB di download (considerate di farlo di sera, dato che al momento i server sono piuttosto intasati) ed ecco installato il nuovo iOS: il sistema Apple Music "si nasconde" sotto una rinnovata icona dell'applicazione Musica.

Al momento del lancio dell'app subito in evidenza il prezzo: 9.99 € al mese, 14.99 per un piano "famiglia" con fino a 6 persone connesse. La buona notizia è che per i primi 3 mesi è gratis: come dire, godetevi l'estate finchè dura.

Apple Music presenta 5 tab per personalizzare la propria esperienza musicale: Per te, Novità, Radio, Connect e Musica. Si possono indicare le proprie preferenze a livello di genere o di artista per permettere al sistema di suggerire nuovi brani e di costruire delle radio dedicate, incentrate sui propri gusti musicali, eliminando il limite fra ascolto in streaming, possesso del brano musicale e acquisto.

All'interno del tab Radio troviamo la radio di Apple vera e propria, Beats1: oltre a questo canale musicale worldwide, Apple rende disponibili una serie di altre radio dedicate ad un genere musicale in particolare, ai successi del momento, a playlist per allenarsi a ritmo di musica.

La tab Connect permette di seguire i propri artisti preferiti, commentandone i brani e condividendoli via mail o su un social network.

apple-music-setup-3

apple-music-setup-2

apple-music-setup-1

apple-music-radio

Resta come al solito l'annoso problema della banda: ascoltare musica in streaming, in modo gratuito o a pagamento, con stacchi pubblicitari o meno, si scontra sempre con il problema di quanti giga avete a disposizione dal vostro provider, e soprattutto quanto ogni singolo brano. Il problema non si pone se siete in casa, ma la musica on the go è entrata con forza nelle nostre abitudini, quindi è difficile rinunciarvi.

Ultimo appunto: non avete un dispositivo Apple? Potete ascoltare Beats1 anche su un dispositivo Android tramite questo link.

Categorie:tech