Circa un anno fa Apple presentava il suo ultimo prodotto, l'Apple Watch. Da qualche giorno l'orologio della mela è disponibile anche in Italia.

Dal 26 giugno Apple Watch è disponibile anche in Italia. Tre le versioni disponibili: Apple Watch Sport, Apple Watch e Apple Watch Edition. I prezzi vanno dai 419 euro di Apple Watch Sport, il più economico dei modelli prezzo, ai 669 euro di Apple Watch, modello base con cassa 38mm. All'orologio è possibile abbinare una grande varietà di cinturini diversi e scegliere fra due dimensioni diverse, 38mm e 42mm, entrambe cose che incidono in maniera significativa sul prezzo finale.

Il modello Apple Watch Edition ha prezzi "poco accessibili" che vanno dagli 11.200 euro (cassa da 38mm in oro rosa a 18 carati con cinturino Sport bianco) ai 18.400 euro (con cassa da 42mm in oro rosa o giallo 18 carati con cinturino Modern): in definitiva un oggetti per collezionisti.

Lo sviluppo degli oggetti wearable dipende ovviamente dalle applicazioni che vengono sviluppate: un iPhone sarebbe un comune telefonino se non avesse applicazioni che lo convertono in un lettore musicale, in una calcolatrice, in un contapassi, in un GPS, giusto per citarne alcune.

La dotazione base di Apple Watch contiene un certo numero di applicazioni native del mondo della Mela: Meteo, Foto, Dati di Borsa, Mail, Mappe, Passbook, Musica, così come le conosciamo su iPhone; Messaggi, con lettura di SMS e risposta tramite frasi predefinite o dettatura Siri; Telefono, per fare telefonate a mani libere; Calendario, con visualizzazione di date e appuntamenti, segnalati da una vibrazione al polso; Attività e Allenamento, per soddisfare le esigenze di chi deve fare un po' di sano movimento e di chi vuole il massimo dal proprio workout.

Completano il tutto Siri, il Mirino Fotocamera per selfie perfetti ed il telecomando per gestire gli iDevice in remoto.

Le applicazioni di terze parti stentano ancora a decollare: anche se Tim Cook afferma che siano oltre 3.500 quelle già disponibili (fra cui troviamo i soliti noti, Twitter, Instagram, Skyscanner, etc...) si aspetta di vedere nascere qualche idea che sfrutti al meglio le potenzialità che ha un oggetto come l'orologio rispetto ad uno smartphone.

Categorie:tech