Ok, finalmente la realtà aumentata di Oculus Rift è a portata di tutti (forse non nel prezzo): la data è il 28 marzo 2016, giorno in cui verranno avviate le prime spedizioni. Prezzo? Non proprio alla portata di tutti: 699 euro più spese di spedizione se siete in Italia.

Bene, adesso che abbiamo dato le due informazioni più importanti, cerchiamo di capire a cosa serve l’ultimo gingillo di casa Facebook: l’azienda di Menlo Park ha infatti acquistato quasi un anno fa’ il progetto, ed è oggi pronta a proporla anche al mercato consumer.

Il progetto Oculus Rift è nato nel 2012 con una campagna su Kickstarter, nata per spingere lo sviluppo del progetto con un crowdfunding.

Oculus Rift è un visore per la realta virtuale: in buona sostanza sembra di avere in faccia una sorta di maschera da sci, che sfrutta la realtà virtuale per offrire una nuova esperienza di interazione.

Il potenziale della tecnologia VR nel campo dell’entartainment e del gaming è evidente: i videogiochi diventeranno più coinvolgenti, permettendo ai giocatore di sentirsi davvero alla guida di una vettura da Formula1, nei panni di un eroe, impegnato in una caccia ai draghi o in una squadra d’attacco in guerra.

Ma gli sviluppi per la realtà virtuale sono senza limiti anche nel campo dell’istruzione: i visitatori del Museo di Storia Naturale di Londra già da qualche mese possono vivere l’esperienza David Attenborough First Life, un’esplorazione coinvolgente degli antichi mari, con il Samsung Gear VR, un altro dispositivo simile ad Oculus Rift.

Se poi diamo uno sguardo al mondo business, le possibilità di utilizzo della tecnologia sono infinite. La realtà virtuale permette di interagire con un prodotto, o lavorare allo sviluppo di un nuovo prototipo, utilizzando modelli 3d e visori virtuali, anche in maniera collaborativa per lavorare contemporaneamente a più progetti; in ambito turistico permette di visitare luoghi dall’altro lato del mondo come se fossimo realmente lì, in ambito retail permette l’esplorazione di un negozio, la prova di un abito come se fossimo in un camerino di prova… e tutto quello che può venirvi in mente per trasformare in business una tecnologia emergente.

Così Mark Zuckerberg descrive l’esperienza di realtà aumentata di Oculus Rift: “When you put on Oculus, you’ll feel like you instantly teleported into adventures like deep-sea diving, piloting a starfighter or playing in a band on stage. More than 100 virtual reality games and other experiences are coming this year. And long term, I believe virtual reality has the potential to change the way we live, work and communicate in many ways. Today is an important step towards that future.”

Il set in vendita da fine marzo comprende, oltre agli occhiali, l’auricolare con le cuffie incorporate e microfono, un sensore, un controller Xbox One ed un remote controller specifico per semplificare la navigazione dei contenuti in realtà aumentata.

Se siete pronti per l’acquisto conviene dare un’occhiata alle specifiche del vostro PC, per verificare se supporta Oculus Rift Innanzitutto niente MAC: lo sviluppo per OS e Linux è stato messo in pausa per concentrarsi con lo sviluppo su Windows, in modo da fornire un prodotto funzionante perfettamente su una singola piattaforma. Di seguito le specifiche minime richieste:

– scheda video: NVIDIA GTX 970 / AMD R9 290 equivalente o migliore

– processore: Intel i5-4590 equivalente o migliore

– memoria: 8GB+ RAM

– output: HDMI 1.3 video

– input: 3 porte USB 3.0 più 1 2.0

– sistema operativo: Windows 7 SP1 64 bit o maggiore

Se non siete sicuri di avere un PC all’altezza, sul sito di Oculus Rift è disponibile un tool gratuito per verificare che abbiate tutte le carte in regola. In caso contrario potete sempre ordinare uno dei pc consigliati direttamente e testati per il funzionamento (Oculus Rift ha stipulato al momento delle partnership con Asus, Alienware e Dell).

Oculus Rift pc compatibili

Se invece siete già pronti per l’acquisto, non resta che fare il pre-order sul sito ufficiale.

Categorie:tech