Mentre i Google Glass cominciano a penetrare con sempre maggior forza nell'immaginario d'uso comune (e da oggi sono disponibili anche in UK), si moltiplicano le app che danno un senso agli occhiali di Google.

Un bell'esempio di app che aggiunge valore ai Google Glass è Race Yourself, un'app dedicata al running.

Race Yourself sfrutta la realtà aumentata per modificare la percezione che si ha nel correre.

L’app è molto interessante ed aggiunge ad una normale sessione di running o di fitness, alcuni particolari che aiutano a rendere la fatica più divertente (e più social). Innanzitutto sull'interfaccia virtuale dei Google Glass vengono visualizzate tutte le statistiche necessarie ad un runner: tempi, distanza percorsa, passo, calorie consumate, mappa, velocità.

Inoltre è possibile sincronizzare la propria corsa con quella dei propri amici: in questo modo si ha la sensazione di correre una vera gara, con la posizione in classifica rispetto ai tempi dei propri amici; perciò mentre correte potete vedere i vostri amici che corrono al vostro fianco e provare a fare di meglio.

I creatori di Race Yourself hanno pensato di introdurre anche altre meccaniche di sfida: venite inseguiti dagli zombie, o da enormi massi rotolanti, per incitarvi a darvela a game levate.

Race Yourself ha vinto recenentemente il premio “Best Fitness, Nutrition & Diet App” all'UK Mobile & App Design Awards di Londra.

Attualmente l'app è in sviluppo, ma è disponibile in versione beta: per provarla basta iscriversi direttamente sul sito del produttore.

Il seguente video di lancio ne mostra tutte le potenzialità.

Potete trovare maggiori informazioni su Race Yourself per Google Glass sul sito ufficiale.

Categorie:app tech